glaucoma - Oculista a Palermo e Catania | Dott. Gregorio Lo Giudice

Vai ai contenuti

Menu principale:

Patologie > Segmento anteriore

Gluaucoma

Il glaucoma è una patologia cronico-degenerativa e il maggiore fattore di rischio è dato dall’aumento della pressione interna dell’occhio, che danneggia il nervo ottico portando a una progressiva e lenta perdita della vista fino a giungere, in alcuni casi, alla cecità completa.
Ne possono essere affetti sia i bambini che gli adulti.

pressione intraoculare

Vi sono due diverse tipologie di glaucoma, ad angolo aperto e ad angolo chiuso.
Il glaucoma ad angolo aperto è la forma più frequente in quanto rappresenta il 60-70% circa di tutti i glaucomi. Decorre quasi sempre senza che il paziente si accorga di nulla.
Il glaucoma ad angolo chiuso si può presentare improvvisamente (glaucoma acuto ad angolo chiuso) oppure gradualmente (glaucoma ad angolo chiuso cronico).

Cause del glaucoma

Come detto, nel glaucoma l’aumento della pressione danneggia il nervo ottico.
Nel caso del glaucoma ad angolo aperto l'angolo di drenaggio, formato dalla cornea e dall'iride, rimane aperto ma i canali di drenaggio (trabecolato) dell'angolo stesso sono parzialmente bloccati causando una diminuzione di velocità di deflusso del’umor acqueo (liquido salino che si trova tra la cornea e il cristallino e che contribuisce a dare volume al bulbo oculare).
Il glaucoma ad angolo chiuso si verifica invece quando l'iride si rigonfia in avanti bloccando l'angolo di drenaggio. Di conseguenza, il fluido non può fuoriuscire adeguatamente, è difficoltoso chiudere l'occhio e la pressione oculare può aumentare bruscamente.

Sintomi

Segni e sintomi clinici del glaucoma ad angolo aperto sono:
  • alterazioni a carico della testa del nervo ottico;
  • aumento graduale e non improvviso della pressione oculare;
  • perdita graduale della visione periferica, di solito in entrambi gli occhi;
  • visione tubulare in fase avanzata.
Un forte mal di testa o dolore all'occhio insieme a nausea, offuscamento della vista o aloni intorno alle luci possono essere invece i sintomi di un attacco acuto di glaucoma ad angolo chiuso.
Entrambe le tipologie di glaucoma possono essere condizioni primarie o secondarie. Primari quando la causa è sconosciuta e secondarie quando la condizione può essere ricondotta a una causa nota, come ad esempio lesioni o malattie oculari, farmaci, infiammazioni, tumore, cataratta avanzata o diabete.

Trattamento

Attraverso una diagnosi e un trattamento precoce spesso è possibile proteggere gli occhi dalla perdita della vista.
La terapia da seguire nel trattamento di questa patologia verte nel cercare di abbassare la pressione oculare, migliorare il drenaggio di liquido nell'occhio o diminuire la quantità di fluido prodotto nell'occhio stesso.
Dal glaucoma non si può guarire, i danni causati dalla malattia non possono essere invertiti ma il trattamento tempestivo e regolari visite oculistiche possono prevenire la perdita della vista nelle persone con glaucoma iniziale. Se si è già verificato l’abbassamento della vista, il trattamento può rallentare o prevenire l'ulteriore perdita di visione.
Si può intervenire con:
  • Collirio: il trattamento del glaucoma inizia spesso con colliri ipotonizzanti *(consigli utili). È importante assicurarsi di utilizzare le gocce esattamente come prescritto. In caso contrario, il danno del nervo ottico potrebbe peggiorare. Se il medico prescrive più di un tipo di collirio è necessario assicurarsi di chiedere il tempo di attesa tra le applicazioni e di prendere le gocce per il tempo che il medico le ha prescritto.
  • Laser: si interviene con un trattamento Laser quando i colliri non fanno più effetto.
  • Chirurgia: quando il trattamento Laser non risulta efficace come terapia è necessario un intervento chirurgico.
PER INFORMAZIONI
Iscriviti alla nostra Newsletter e ricevi gli aggiornamenti:
Copyright 2017 © Dott. Gregorio Lo Giudice by Co-sa.it
Torna ai contenuti | Torna al menu